Atom , l’editor di testo e IDE hackerabile

Posted on 27 ottobre 2021. Filed under: Senza categoria |

Io da decenni uso oltre a Visual Studio per le applicazioni Desktop, Notepad ++ per lavorare sui file PHP e sui DUMP Sql.

Per avere maggiore velocità di sviluppo ed efficienza, sono disponibile a provare altri Ide, che siano facili, veloci e anche potenti.

In questo articolo voglio provare a usare quindi questo Ide e vedremo se soddisferà le mie esigenze. (anche se poi in futuro ne costruirò uno mio, ma vedremo…)

Vediamo prima cosa è Atom e le sue caratteristiche principali.

Atom è un editor di testo e IDE open source e sviluppato da GitHub, rilasciato nel 2014. Esso è basato su Chromium ed è scritto in CoffeeScript, il che gli permette di essere eseguito su qualsiasi piattaforma supportata da Chromium.

Una delle sue caratteristiche principali è la possibilità di sviluppare pacchetti utilizzando Node.js. Atom possiede inoltre supporto al sistema di controllo di versione Git.

La maggior parte dei pacchetti che lo compongono fanno uso di licenze software open source. Ciò consente alla comunità di partecipare attivamente al suo sviluppo. A giugno 2015, anche se ancora in fase beta, conta più di 350.000 utenti che lo utilizzano regolarmente.

Gli sviluppatori di Facebook hanno sviluppato un editor per uso interno a partire da una versione modificata di Atom, rilasciato poi open-source con il nome di Nuclide. Microsoft, Docker e altre aziende hanno adottato per alcuni loro prodotti Electron, il componente alla base di Atom.

Vediamo adesso l’installazione e proveremo a scrivere del codice per vedere come funziona.

Il sito ufficiale è https://atom.io/ e il link per il download è: https://atom.io/download/windows_x64

Una volta scaricato il Setup, lo lanciamo. La prima schermata che ci sarà mostrata sarà questa:

Finita l’installazione sarà questa la schermata principale.

Apriamo un progetto, possiamo farlo anche selezionando una cartella.

Seleziono un gestionale sviluppato in PHP per un mio cliente. Ecco cosa ci apparirà:

E’ bello avere tutti i file in una sola visualizzazione, cosa che Notepad++ non fa.

Facendo doppio clic su un file si aprirà il file, pronto per essere editato:

Ha anche l’intellisense.

Per essere eseguito, il file PHP ha bisogno dell’interprete PHP e quindi di un Web Server locale.

Nel salvataggio del file però non c’è la lista dei tipi di file come su Notepad ++ e avendo nell’editor un file HTML non ho la possibilità di vederlo all’interno del browser.

Queste sono le prime cose che ho visto e per ora non diventerà il mio editor principale per lavorare sui progetti Web.

Alla prossima.

Make a Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: