Quando i messaggi di errori ti allontanano dalla soluzione del problema

Posted on 5 giugno 2018. Filed under: Senza categoria |

Ciao a tutti, secondo articolo in due giorni, dopo un periodo avaro di articoli. Mi sto rifacendo.

Ho installato Sql Server 2017 su una versione di Windows 10 Insider Preview.

Vado a vedere nel menù ma non c’è il Configuration Manager. Vabbè, questo lo risolvo velocissimamente guardando nella cartella c:\Windows\SysWOW64\ qualr file con estensione msc (che non è la compagnia delle crociere) c’è. Credo quindi un collegamento  a mmc.exe passandogli come parametro il path completo e nome del file SqlServerManager14.msc.

E fin qua ok. Lancio il collegamento ma mi appare questa schermata:

SQL_SERVER

 

Classe non valida per me significa che manca una GUID nel registro di sistema, ma quale?

Il problema secondo me è che non è abilitato WMI.

Scarico ed eseguo il WMI Diagnosis Utility  seppur la versione sia vecchia (da https://www.microsoft.com/en-us/download/details.aspx?id=7684)

Lo eseguo ma non cambia nulla.

Vabbè, vediamo nei servizi:

image

 

Vado allora in Pannello di controllo, Sistema e sicurezza, Strumenti di amministrazione e poi doppio click su Gestione computer.

image

 

Andiamo poi su Servizi e applicazioni e quindi su Controllo WMI e poi con il tasto destro andiamo su proprietà:

image

 

 

image

 

Abbiamo avuto la conferma che WMI funziona.

Però Sql Configuration Manager continua a non partire.

Alla fine, ho scovato su un blog di qualcuno da qualche parte della Terra che bisogna fare questa operazione:

1) Aprire CMD in modalità Administrator;

2) Andare su C:

3) Digitare C:\>cd "C:\Program Files (x86)\Microsoft SQL Server\140\Shared"

4) Digitare mofcomp sqlmgmproviderxpsp2up.mof e dare l’invio. Apparirà:

C:\Program Files (x86)\Microsoft SQL Server\140\Shared>mofcomp sqlmgmproviderxpsp2up.mof
Compilatore MOF Microsoft (R) versione 10.0.17682.1002
Copyright (c) Microsoft Corp. 1997-2006. Tutti i diritti riservati.
Analisi del file MOF: sqlmgmproviderxpsp2up.mof
Analisi del file MOF riuscita
Memorizzazione dei dati nell’archivio in corso…
Operazione completata.

Ed ecco finalmente risolto il problema.

 

SQL

 

Ma cosa è il file MOF? Mof sta per Managed Object Format (MOF), un linguaggio basato sul linguaggio IDL (Interface Definition Language) che descrive le informazioni di gestione.

Vediamo brevemente un pezzo di codice:

#pragma autorecover
#pragma namespace("\\\\.\\Root")

Instance of __Namespace
{
  Name = "Microsoft";
};
#pragma namespace("\\\\.\\Root\\Microsoft")

Instance of __Namespace
{
  Name = "SqlServer";
};
#pragma namespace("\\\\.\\root\\Microsoft\\SqlServer")

Instance of __Namespace
{
  Name = "ComputerManagement13";
};
#pragma namespace("\\\\.\\root\\Microsoft\\SqlServer\\ComputerManagement13")

Instance of __Win32Provider as $InstProv
{
  Name = "RegProv";
  ClsId = "{fe9af5c0-d3b6-11ce-a5b6-00aa00680c3f}";
  ImpersonationLevel = 1;
  PerUserInitialization = TRUE;
  HostingModel = "NetworkServiceHost";
};

Instance of __InstanceProviderRegistration
{
  Provider = $InstProv;
  SupportsPut = TRUE;
  SupportsGet = TRUE;
  SupportsDelete = TRUE;
  SupportsEnumeration = TRUE;
};

 

Etc etc etc etc

 

Vabbè, ho imparato una cosa nuova e ne sono felice ma avrò altre cose da studiare, questo linguaggio MOF che deriva da IDL. (che non avevo mai sentito).

Annunci

Make a Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...